di

In:

Commenti disabilitati su Olimpiadi Sochi: Inner apre le danze con il suo Argento

L'impresa di Innerhofer

L’impresa di Innerhofer

Sei centesimi, tradotto in cm 1,66 cm,  un’inezia, poco più di un battito di ciglia dietro  il quale si cela un virtuale duello, quello giocato nella discesa Olimpica di Sochi tra il figlio d’arte Matthias Mayer ed il nostro Christof Innerhofer, capitano dell’Italjet , colui che non delude mai nelle occasioni che contano, nonostante gli acciacchi, le pressioni ma soprattutto nonostante i riflettori siano tutti puntati su due scomodi avversari, Svindall e Miller, ossi duri che vanno battuti in partenza, nel momento in cui si sceglie di buttare il cuore oltre il cancelletto all’inseguimento dei mostri sacri dello sci. Lui, Inner, lo fa, domando con cambi repentini tutta la prima parte che si snoda tra paraboliche e strettoie, e facendo la magia nella traversa che immette nella fatidica Curva Padella, un cambio direzionale in cui la forza centrifuga vuole aver la meglio, la Inner dosa armoniosamente. Mayer intanto freme al traguardo, consapevole di aver fatto bene e con un sorriso che non si spegne neanche davanti ai 58 centesimi di vantaggio incassati da Christof nel primo parziale. Forse lui, il giovane emblema del Wunder Team, sa che questa giornata è sua, scritta da un destino che talvolta ripercorre le stesse strade saldando conti insoluti come quello con il padre che 26 anni fa si dovette accontentare della piazza d’onore. Fu così anche nel mio appuntamento olimpico: dopo il traguardo nulla attentò alla consapevolezza di aver fatto la discesa perfetta, neanche quando Janica Kostelic in pista si esibì con un minaccioso crescendo che si tradusse in un argento a soli 5 centesimi dal mio miglior tempo. Ecco che anche il rampante asburgico trasuda quella sicurezza nel leader corner mentre Inner comincia ad arrancare laddove le sue linee si allungano e la sua azione si spegne disturbata dai dossi in prossimità del 3° intermedio. Così il vantaggio si annulla ed il virtuale duello deciso a pochi secondi dal traguardo, in un breve rettilineo,  in cui Inner imposta una traiettoria leggermente più esterna a quella di Mayer, pochi centimetri che valgono una vittoria. Ma alle Olimpiadi chi si piazza secondo ha comunque vinto la sua medaglia  ed oggi Inner vince un’altra scommessa con se stesso e lo fa con la leggerezza e la serenità di chi ha già ricevuto molto ….

  • Santi a Les Deu... - https://t.co/zkp7o9Fn1t

  • RT @sci_magazine: SCIOLTO OGNI DUBBIO SU BORMIO: LE GARE SI FARANNO Dopo lunghissime discussioni è stato raggiunto un accordo tra... https:…

  • https://t.co/iZIm9YwRST

  • https://t.co/QL9gIDN8tn

  • REPORT SNOW FORECAST E METEO LES2ALPES - https://t.co/MkM8pXAIMj

  • https://t.co/E16DjnCkYS

  • https://t.co/5BIh96xB96

  • https://t.co/is5TDcBjuk

  • Festa AOC: Golden Team miglior Sci Club del Piemonte - Premiati titoli Regionali e... - https://t.co/5foXwEB5vf

  • https://t.co/42KWwsunjq

  • https://t.co/Ch6dc0hFCi

  • Prenota Ora il tuo Camp a Les 2 Alpes - https://t.co/ytAhqalQ7I

  • Un Osteopata sempre in pista - Camp Les2Alpes - https://t.co/I3jICIoBCj

  • https://t.co/wI8OjMBjyv

  • https://t.co/zVAejkroUR prenota ora il tuo Camp a Les 2 Alpes

  • @ColmarSport @daniceccarelli

  • Video di colmarsport https://t.co/HZOby3Zprg

  • foto di alpineskiworld https://t.co/YZcrfOD1XW

  • https://t.co/BW1NMQKTJW

  • #shoppingtime my mom my #personalshopper #anni50style #capri https://t.co/OztSSoHMLP